Previsioni per venerdì 31 ottobre: Al mattino residue precipitazioni su palermitano e messinese, da poco nuvoloso a nuvoloso altrove; nel pomeriggio graduale miglioramento ovunque. Temperature pressochè stazionarie. Venti moderati di grecale. Mari poco mossi, mosso lo ionio.

Previsioni per sabato 1 novembre: Poco nuvoloso su zone settentrionali e occidentali, da poco nuvoloso a nuvoloso su province orientali con qualche debole piovasco nel pomeriggio. Temperature stazionarie. Venti deboli orientali. Mari poco mossi, mosso lo ionio.

Vincenzo Sottile

AddThis Social Bookmark Button

Radar delle precipitazioni in atto

Meteo Sicilia
All'orario visualizzato aggiungere +1 ore per avere l'ora corretta
Fonte Protezione Civile e MeteoCefalù

Precipitazioni cumulate in Sicilia nelle ultime 3 ore

DATI AGGIORNATI NEGLI ULTIMI 30 MINUTI E FORNITI DALL'OSSERVATORIO DELLE ACQUE (Sito) e MeteoCefalù

Previsione Fronti e Isobare prossime ore

Ultimi posts inseriti nel forum - Da consultare spesso in occasione di eventi rilevanti!

Brusco stop all'estate: si piomba in pieno inverno.

Sarà un giovedì dai connotati spiccatamente invernali soprattutto nelle province settentrionali della nostra regione, ove le temperature massime oscilleranno intorno ai 12-13 °C persino lungo i litorali; valori che si registrano - climatologicamente parlando - a dicembre o gennaio. Il tutto a causa di una vasta onda ciclonica in quota in arrivo dal nord Europa (tecnicamente una saccatura barica, altro che uragano o ciclone tropicale come qualche meteo-terrorista vorrebbe far credere) che andrà a generare una circolazione di bassa pressione; la depressione scivolerà lungo l'Adriatico per poi allontanarsi rapidamente verso l'Egeo. Da questa posizione, tuttavia, sospingerà verso la nostra regione aria molto fredda proveniente dai Balcani, di recente origine groenlandese. Un flusso d'aria polare marittima irromperà sul Mediterraneo centrale, per la verità, già domani sera attraverso la Valle del Rodano, manifestandosi mediante impetuosi venti di Maestrale. Ma la giornata clou di questa fase sarà quella di giovedì, quando, soprattutto nella seconda parte, la bassa pressione lambirà il sud Italia, apportando rovesci e temporali. Il mar Tirreno meridionale, complici le elevate risorse di energia termica fornite dalle ancor calde temperature superficiali, sfornerà diverse cellule temporalesche.

AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...

Ecco la svolta. Via il caldo africano e sotto con le correnti settentrionali

La Sicilia è vicina all'Africa. Sembra una ovvietà banale ma nella meteo questa ovvia affermazione ha risvolti importanti. Registrare temperature massime oltre i 35° in Sicilia nel decimo mese dell'anno non è cosa normalissima ma nemmeno impossibile. Ne abbiamo avuto la prova in questa prima metà del mese. E' bastevole che una goccia fredda insista per più giorni in pieno atlantico dinnanzi le coste del Marocco per scatenare la risposta del forno africano ( che è ancora acceso) verso la Trinacria. Ma questa è storia. Andiamo a cosa succederà. La possente cupola di alta pressione che in questi giorni ha ricoperto tutto il bacino del Mar Mediterraneo sarà costretto a ritirarsi in direzione ovest dalla discesa di un minimo depressionario con fulcro sui Balcani con livelli di geopotenziali alla quota topografica di 500 Hpa intorno ai 552/556 DAM che abbracceranno quasi tutta la regione. Conseguenze? Crollo delle temperature anche di 10/12° e forti venti settentrionali che soffieranno in alcuni casi anche oltre i 90 Km orari. Ma ci si chiede: pioverà? La situazione degli invasi della Sicilia Occidentale è veramente preoccupante.Siamo in piena siccità. Il deficit pluviometrico tocca punte del 40% in alcune zone del trapanese e del palermitano. Questo è , a mio parere, il punto oscuro. Se ci mettiamo davanti le carte degli accumuli previsti fino a 72 ore scopriamo che la Sicilia dovrebbe avere accumuli irrisori e comunque non proporzionati al bisogno delle assetate terre . Ma l'esperienza, anche recente, insegna che ciò che è previsto potrebbe non accadere e quello che previsto non era accade. A mio parere la particolare situazione dei nostri mari, caldi oltre la normalità, la disposizione delle correnti in quota e l'orografia locale potranno far si che localmente si abbiamo accumuli importanti. Non resta che affidarsi al Nowcasting.

Dino Levita

AddThis Social Bookmark Button

In attesa del caldo, oggi è una fresca giornata d'estate

Quella odierna è una fresca giornata di estate, come le tante del luglio scorso. Cieli sereni, scarsa ventilazione, mari calmi e temperature che lungo i litorali e nelle pianure interne stanno oscillando tra i 26 e i 29 °C. Il tutto per merito di un campo di alta pressione di matrice sub-tropicale che dal nord Africa ha esteso la sua influenza al settore meridionale del Mediterraneo. Come anticipato nello scorso approfondimento, tuttavia, il caldo più intenso giungerà solo agli inizi della prossima settimana. Entrando nei dettagli, nella giornata di martedì, complice l'azione di moderati venti di Scirocco, nelle aree tirreniche e nelle zone interne sud-orientali, la colonnina di mercurio varcherà addirittura la soglia dei 30 °C, con punte massime fin sui 32-33 °C. Per un ritorno a temperature più consone alla stagione autunnale dovremo attendere le giornate di mercoledì e giovedì, quando le correnti meridionali saranno sostituite da più freschi venti di Maestrale. Nel frattempo vi giunga un caloroso - è proprio il caso di dirlo - augurio di un buon proseguimento d' estate. Chi può si goda il mare: oltre ad essere calmo, la temperatura delle sue acque superficiali si mantiene su valori abbastanza accettabili (oltre i 21-22 °C, fin sui 24 °C il Tirreno) per l'ennesimo bagno.

Vincenzo Insinga

AddThis Social Bookmark Button

Sias mappa precipitazioni

Sias Temp. minime

Sias Temp. massime

Login



Temporali live

Fulminazioni live meteo

Sat Visible

Satellite visibile

Sat Infrared

Satellite infrarosso

Estofex Allerta

Fulminazioni live meteo

 
Vai all'inizio della pagina