Mercoledì 26 novembre: Cielo molto nuvoloso o coperto con piogge sparse. Venti deboli sciroccali, mari poco mossi, mossi i bacini occidentali. Temperature in diminuzione, specie nei valori massimi. 

Giovedì 27 novembre: Al mattino molto nuvoloso sulle zone ioniche con residue precipitazioni ma con tendenza a rapido miglioramento nel corso della giornata. Poco nuvoloso altrove. Venti da Scirocco inizialmente deboli, in rinforzo dalla sera. Mari inizialmente poco mossi, con moto ondoso in graduale aumento fino a divenire mossi o molto mossi in serata. Temperature stazionarie sulle ioniche, in aumento altrove. 

MaxSim

AddThis Social Bookmark Button

Radar delle precipitazioni in atto

Meteo Sicilia
All'orario visualizzato aggiungere +1 ore per avere l'ora corretta
Fonte Protezione Civile e MeteoCefalù

Precipitazioni cumulate in Sicilia nelle ultime 3 ore

DATI AGGIORNATI NEGLI ULTIMI 30 MINUTI E FORNITI DALL'OSSERVATORIO DELLE ACQUE (Sito) e MeteoCefalù

Previsione Fronti e Isobare prossime ore

Ultimi posts inseriti nel forum - Da consultare spesso in occasione di eventi rilevanti!

Re:Fine Novembre instabilità e scirocco
Guiibla (Mercoledì, 26 Novembre 2014 21:44)
Re:Fine Novembre instabilità e scirocco
MaxSim (Mercoledì, 26 Novembre 2014 21:32)
Re:Fine Novembre instabilità e scirocco
Paolo maremonti (Mercoledì, 26 Novembre 2014 20:44)
Re:Dicembre 2014
fantomaticus3000 (Mercoledì, 26 Novembre 2014 18:50)
Re:Fine Novembre instabilità e scirocco
Twenty-one (Mercoledì, 26 Novembre 2014 18:49)

Imbarazzanti bollini rossi ovunque: scuole chiuse, ma neanche piove!

Piogge, rovesci, temporali, locali nubifragi, accumuli pluviometrici ben oltre i 100 mm sul settore ionico, persino superiori ai 200 mm su alcuni comuni, addirittura una eccezionale punta di oltre 500 mm in meno di 48 ore sull’Etna (una tale quantità di pioggia non è stata raggiunta neanche in tutto il 2014 su diverse aree della nostra regione), trombe d'aria (Acireale, Aci Catena, Lentini, etc..), impetuosi venti di Scirocco; insomma una notte da incubo per gli abitanti del Catanese e non solo. Non è una previsione apocalittica, bensì la cronaca delle scorse ore. Il responsabile di tutto ciò è stato un profondo ciclone afro-mediterraneo che ha puntualmente raggiunto lo Stretto di Sicilia nella notte. Ebbene, nonostante, le previsioni siano state rispettate in pieno, sia nella tempistica che nella localizzazione dei fenomeni, anche nei dettagli più complessi, la meteorologia siciliana in queste ore sta divenendo oggetto di polemiche, critiche ed autentiche derisioni. Il motivo è molto semplice e possiamo sinteticamente riassumerlo in pochi, inconfutabili, dati di fatto: 

AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...

Ed ecco il ciclone mediterraneo

Ed ecco il ciclone mediterraneo, con il suo occhio, ben visibile, poco a sud delle coste occidentali sicule. Notevoli i suoi effetti nella notte scorsa. Come previsto, sono giunte precipitazioni anche copiose, specie sulle aree meridionali ed orientali, anche a regime di nubifragio (60 mm/h) sul settore ionico; i fenomeni sono strati accompagnati da burrascosi venti di Scirocco. Accumuli pluviometrici ben oltre i 100 mm sul Siracusano, ma soprattutto, come prospettato dai modelli numerici, tra il Catanese e il Messinese ionico. Le stazioni di Antillo (ME), Acireale (CT), Francavilla (ME) e Zafferana Etnea (CT) hanno già abbondantemente varcato la soglia dei 200 mm e i valori sono destinati ad aumentare ulteriormente nelle prossime ore.

AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...

Imminente arrivo del ciclone: le ultimissime

Succede spesso che quando un'intensa perturbazione atlantica si riversa sul nord Africa partorisca un vero e proprio ciclone, ovvero un profondo centro di bassa pressione. E' proprio quanto è accaduto stamani in Tunisia, ove l'arrivo di una massa d'aria fredda in quota ha generato un minimo barico di 1005 hPa al suolo. La depressione afro-mediterranea è ormai pronta a mettersi in moto verso la Sicilia. Nel pomeriggio, infatti, traslerà sullo Stretto di Sicilia e nel corso della notte punterà dritta proprio verso la nostra regione, ove tenderà ad approfondirsi ulteriormente (998 hPa). Domattina, dunque, l'Isola si ritroverà in pratica nell'occhio del ciclone e ciò, se da un lato darà spazio a qualche schiarita, dall'altro comporterà la genesi di piccole ma intense cellule temporalesche. Ma andiamo con ordine ed entriamo nei dettagli previsti per la giornata odierna, giovedì 6 novembre

AddThis Social Bookmark Button
Leggi tutto...

Pagina 1 di 2

Sias mappa precipitazioni

Sias Temp. minime

Sias Temp. massime

Login



Temporali live

Fulminazioni live meteo

Sat Visible

Satellite visibile

Sat Infrared

Satellite infrarosso

Estofex Allerta

Fulminazioni live meteo

 
Vai all'inizio della pagina